Nell’anno 2002 il D-Day Museum di New Orleans si mette in contatto con il team di SANDY AIR CORP. chiedendo, se SANDY AIR potesse occuparsi del ritrovamento e del recupero di un relitto della US Airforce della Seconda Guerra Mondiale in Europa.

Inizia una ricerca che durerà più di due anni e che finirà con il successo del recupero del cacciabombardiere perduto. Questo è visto oggi come il relitto di un aereo statunitense della Seconda Guerra Mondiale più importante della storia.

Dopo un’accurata ricerca, la nostra storica Ursula Falch riesce a individuare la posizione approssimativa dell’atterraggio d’emergenza nel lago Traunsee/Alta Austria.
A questo punto Wolfgang Falch e il suo team effettuano diverse missioni con diversi Side Scan Sonar e Robot subacquei per setacciare il fondo del lago, inizialmente senza risultati di rilievo. Il primo mandante si ritira e passa tutti i diritti a un investitore privato. Dopo un’ulteriore elaborazione dei dati raccolti ed un cambio di strategia é possibile localizzare il velivolo, ancora in buone condizioni, ad una profonfità di 72 metri.

Nel giro di poche settimane il recupero viene preparato e effettuato. Questo recupero é stato uno dei pochissimi al mondo, in cui l’aereo non subisce ulteriori danni!

Con questo grande successo SANDY AIR CORP. si piazza tra le principali ditte specializzate in localizzazioni e recuperi, il cui lavoro – come anche in questo caso – viene spesso accompagnato e documentato da team televisivi.